Assegnata la Struttura Semplice per le Malattie Rare al Policlinico di Bari

Quando ho conosciuto Patrizia Suppressa, nel lontano 2000, era ancora una giovane studentessa alle porte della laurea. Lavorava con impegno con il Prof. Sabbà ed aveva abbracciato con entusiasmo la sua, la nostra causa. Nonostante io fossi un medico, attivo nella professione già da 12 anni, anzi, forse proprio per questo, il mio percorso di screening mi metteva un po’ di preoccupazione dal momento che avevo da poco perso la mia mamma per questa malattia. Patrizia mi accompagnò con serietà e sensibilità per tutto il percorso, trasmettendomi fiducia e solidarietà, con la complicità delle comuni origini salentine. Una ragazza matura, competente e molto determinata, ma, soprattutto, sensibile ed attenta. Si instaurò subito un bellissimo rapporto di amicizia, cresciuto in questi anni, grazie anche al suo ruolo all’interno dell’Associazione, che abbiamo voluto e creato insieme.

Sono stati anni molto difficili ed impegnativi per lei, anni in cui ha dovuto fare grosse rinunce ed accettare compromessi per poter continuare a seguire tutti quei pazienti che, nel corso degli anni, ha preso sotto le sue ali protettive, dando loro fiducia e rendendosi sempre disponibile per un consulto, un supporto, anche solo una parola di conforto.

E’, dunque, con grande piacere che vi annuncio che, finalmente, l’Unità Semplice per le Malattie Rare del Policlinico di Bari è stata assegnata alla Dottoressa Patrizia Suppressa.

E’ un riconoscimento che lei, indiscutibilmente, meritava e che tutti noi auspicavamo da tempo per la sua competenza, passione ed impegno. Questo incarico ci dimostra che la meritocrazia esiste davvero. Da oggi la Dott.ssa Suppressa avrà una maggiore autonomia decisionale e questo le garantirà di poter continuare ad occuparsi di tutti noi con maggiore serenità e continuità.

Eravamo certi che la scelta del Prof. Carlo Sabbà e della Direzione del Policlinico sarebbe stata questa: cogliamo l’occasione per ringraziarli per aver voluto e sostenuto questa decisione. Anche per noi, in fondo, questo è un riconoscimento: ci sentiamo “adottati” con rinnovato impegno e ci auguriamo che questo cambiamento porti finalmente ad una stabilizzazione del lavoro, con un’organizzazione più snella che consentirà, senz’altro, all’Eccellenza costruita,  di dare ancora molti frutti, confermando il proprio ruolo sia a livello nazionale che internazionale.

Facciamo i nostri più affettuosi auguri alla Dott.ssa Suppressa e le rinnoviamo il nostro appoggio e la voglia di metterci ancora in gioco con lei, affrontando nuove sfide e progettando insieme un nuovo entusiasmante cammino.

Auguri Patrizia, te lo sei proprio meritato!

                                                                                              Maria Aguglia

                                                                                              Presidente HHT Onlus

 

Pin It
Torna su